Eventi

La Giornata Mondiale del Rifugiato: tra conoscenza e realtà

today29 Giugno 2024 32

Background
share close

27 Giugno 2024, Empoli

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato abbiamo partecipato ad un’iniziativa organizzata da Orme Radio nella quale abbiamo appreso direttamente come funziona una web-radio sia attraverso la realizzazione di interviste sia nella conduzione delle pagine social della radio stessa.

Noi partecipanti abbiamo avuto modo inizialmente di conoscere meglio il territorio e il lavoro che saremmo andati ad affrontare e siamo poi stati divisi in tre sottogruppi:
⁃ Gli intervistatori composto da Sofia, Umberto, Kristal e Leonardo, si sono occupati delle interviste e delle domande da porre ai passanti;
⁃ I social manager composto da Chiara, Sebastiano, Emma e Cinzia, si sono occupati dell’organizzazione e della realizzazione di contenuti, foto e video per le pagine social della radio;
⁃ Il writing team composto da Martina e Martina, si sono occupate della realizzazione di un articolo che raccontasse l’esperienza vissuta.

L’attività è stata svolta nell’area della stazione di Empoli dove il gruppo degli intervistatori ha fermato alcuni passanti per porre loro tre domande: “cos’è per te un rifugiato?”, “credi che in Italia venga dato loro il giusto supporto?”, “cosa potremmo fare per aiutarli?”, mentre il gruppo dei social manager si occupava di realizzare foto e video utili per essere poi pubblicati e il writing team ascoltava con attenzione le interviste.

Sono state intervistate 10 persone e il riscontro è stato pressoché positivo: in generale gli intervistati hanno mostrato una buona conoscenza della situazione e grande umanità nelle risposte.
Confrontandoci col resto del gruppo abbiamo decretato che quest’attività è stata estremamente importante dal punto di vista etico e morale poiché ci ha aiutato a comprendere meglio una situazione complessa come quella dei rifugiati e ci ha dato la possibilità di chiedere un’opinione esterna a persone di tutte le età. Abbiamo tutti notato un imbarazzo iniziale sia da parte dell’intervistatore che da quella dell’intervistato: questo è andato però completamente a sparire creando un ambiente nel quale le persone potevano sentirsi a proprio agio.
In generale possiamo dire che si è trattata di un’esperienza che ci ha aiutato a crescere sia come gruppo che come persone e che ci ha aiutato a capire il grande lavoro che sta dietro ad una radio.

⁃ Martina e Martina del writing team

 

Ascolta le opinioni dei cittadini di Empoli raccolte dal Team Interviste:

Written by: Redazione

Rate it

0%